Testimoni della Resistenza | Atlante popolare della memoriada Lecce e provincia nella Resistenza

Luogo di nascita
Galatina (LE)

Data di nascita
29.06.1888

Categoria
Antifascista, comunista. Iscritto nel "Casellario politico centrale" del regime

Descrizione
Venditore ambulante.
Arrestato il 18.10.1926 per "manifestazione sediziosa" e tradotto in carcere al "San Francesco" di Lecce. Assolto due mesi dopo, viene comunque trattenuto e successivamente assegnato al confino di Ustica (PA). Affetto da aneurisma venne ricoverato al "San Saverio" di Palermo il 20.05.1927, morendovi di lì a poco, il 16.06.1927, a soli 39 anni. L'avvocato galatinese Carlo Mauro, anche lui al confino di Ustica per motivi politici, in una delle sue lettere ne dà il seguente annuncio: "E' morto il confinato politico Pietro Povero da Lecce. E' morto per le grandi sofferenze del carcere. A Lecce fu incarcerato con me. Poi io partii per Lampedusa, ma mi aveva raggiunto a Ustica. L'altro suo fratello Armando è anche carcerato per la stessa fede politica".

Luoghi associati
Galatina (LE)
Lecce
Ustica (PA)

Documenti a corredo
...

Fonti
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell'Interno, Direzione generale della pubblica sicurezza, Divisione affari generali e riservati, Casellario politico centrale.
Bianco E., Compagni, Lecce 1999

Foto
...

Contatti
Per l'invio di segnalazioni, documenti e materiale vario:
http://www.testimonidellaresistenza.it/contatti

Aggiornamenti
2013: 09/05 - 27/05

(vai alla mappa)