Testimoni della Resistenza | Atlante popolare della memoriada Lecce e provincia nella Resistenza

Luogo di nascita
Taviano (LE)

Data di nascita
20.12.1921

Categoria
Patriota

Descrizione
Soldato dell'esercito italiano. Dopo l'8 settembre 1943, si rifutò di cedere le armi ai nazisti e, al termine di strenui combattimenti, venne fatto prigioniero.
Muore in seguito all'affondamento, al largo di Capo Sounion (Grecia), del piroscafo "Orion" (o Oria)* che l'11.02.1944 salpò da Rodi per il Pireo, per deportare 4000 italiani rifiutatisi di aderire al nazismo o alla Repubblica sociale italiana, dopo l'Armistizio.

Luoghi associati
Taviano (LE)
Isola di Patroklos (Grecia)

Documenti a corredo
Estratto dell'elenco dei deportati, imbarcati sul piroscafo "Oria": http://www.piroscafooria.it/documenti/imbarcati_sul_piroscafo_oria_11_febbraio_1944.pdf
"Il naufragio dell'Oria", servizio estratto dalla trasmissione di "E la chiamano estate", RAI 1, 12.09.2011: http://www.youtube.com/watch?v=zjPiLktirh4

Fonti
http://www.marenostrumrapallo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=274%3Aoria&catid=36%3Astoria
http://liberacronacachenonce.files.wordpress.com/2012/02/oria-rai-2012-02-08.pdf
http://www.piroscafooria.it/documenti/imbarcati_sul_piroscafo_oria_11_febbraio_1944.pdf
http://www.piroscafooria.it/piroscafo_oria_foto.php
http://www.youtube.com/watch?v=zjPiLktirh4

Foto
...

Contatti
Per l'invio di segnalazioni, documenti e materiale vario:
http://www.testimonidellaresistenza.it/contatti

Aggiornamenti
2013: 25/04 - 24/05

Note
* A lungo trascurata, questa del tragico affondamento della piroscafo "Oria" è stata una vicenda che i parenti dei deportati hanno cercato di approfondire, per anni, senza riuscire a ricavare indicazione precise dalle autorità interpellate.
Solo di recente e grazie all'impegno ostinato di qualche parente, negli archivi ufficiali sono stati trovati un rapporto della marina militare tedesca e l'elenco dei deportati a bordo. Grazie a internet (https://www.facebook.com/groups/408483350033/ e mailing list oria@dodecaneso.org), una trentina di famiglie dei deportati si mantiene in contatto con l'obiettivo di condividere le informazioni in possesso, di ottenere - ancora oggi - pieno riconoscimento dell'evento nonché maggiore impegno da parte dello Stato. Basti pensare che, secondo le testimonianze raccolte presso gli abitanti del luogo, molti dei corpi restituiti dal relitto e dal mare nel tempo, sarebbero ancora sepolti sulle spiagge di Legrena, di Characas "nella fascia di arbusti appena dietro la linea di sabbia".

Il nome di Salvatore Alfieri sull'elenco dei deportati, imbarcati sul piroscafo "Oria" (fonte: http://www.piroscafooria.it/documenti/imbarcati_sul_piroscafo_oria_11_febbraio_1944.pdf)

Leccesi a bordo del piroscafo "Oria" (aggiornamento al maggio 2013):
Alfieri Salvatore, Taviano (LE) 20/12/1921
Carpentieri Antonio, Seclì (LE) 06/08/1920
Dell'Anna Salvatore, San Donato di Lecce (LE) 28/02/1915
Dell'Atti Giovanni, Carmiano (LE) 05/01/1921
Iannilli Angelo, Carpignano Salentino (LE) 07/07/1913
Luciani Adelio, Lecce 21/03/1923
Martella Giuseppe, Surbo (LE) 22/10/1921
Maruccia Antonio, Cursi (LE) 08/12/1919
Sabato Carmine, Taurisano (LE) 16/07/1918
(fonte: http://www.piroscafooria.it/piroscafo_oria_foto.php)

(vai alla mappa)